INNOVATION PROJECT TECNOIMPIANTI

LABS.4.SMES

Tecnoimpianti intendeva sviluppare il prototipo di un dispositivo che raccolga dati ambientali (temperatura e umidità) nei locali si soggiorna e li trasmetta ad una centralina, che li elaborerà e piloterà gli impianti per ottenere maggior comfort con minor consumo energetico.

Con il  progetto Labs.4.Smes Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020 Tecnoimpianti e altre 5 aziende del territorio hanno avuto la possibilità di realizzare progetti di ricerca e sviluppo finanziati dalla Comunità Europea. Le attività progettuali sono state realizzate con il nostro laboratorio.

DETTAGLI

Cosa è stato fatto
La prima attività intrapresa è stata l’analisi dei desiderata e delle necessità in relazione alla costruzione del prototipo. In questa prima fase, la collaborazione Azienda-FabLab (concretizzatasi in due incontri in presenza presso la sede di FabLab) ha permesso di apportare le giuste considerazioni tecniche per la scelta dei materiali.

Sulla base delle valutazioni effettuate, FabLab si è dedicato all’individuazione degli strumenti necessari a raccogliere ed elaborare i dati ambientali per sviluppare una WUI (Web User Interface) interattiva; l’Azienda ha provveduto all’acquisto dei materiali per la costruzione del prototipo e dell’impianto test. FabLab ha quindi elaborato il mockup dell’applicativo, per ottenere la sua validazione da parte dell’Azienda e procedere quindi con lo sviluppo. Azienda e FabLab hanno lavorato su un prototipo di impianto di test e strumentazione per il monitoraggio ambientale su cui, una volta terminato lo sviluppo del sistema di raccolta dati e dell’applicativo, sono stati effettuati dei test.

Risultati
Durante il processo di analisi e di sviluppo del prototipo e dell’impianto di test si è creata una forte sinergia tra FabLab e Azienda, grazie ad un’intesa tecnica e tecnologica. La competenza dell’Azienda nel settore degli impianti idraulici, che ha permesso di focalizzare limiti ed opportunità connesse alla strumentazione in campo, si è unita alla preparazione tecnologica del FabLab, che è stata fondamentale per esaltare le possibilità di controllo delle apparecchiature e di sviluppo smart.

Dal punto di vista hardware, il prototipo per il monitoraggio ambientale sviluppato, collegato all’impianto di test, è basato su strumenti open source: un aspetto importante che ha consentito rapidità di sviluppo e contenimento dei costi, oltre a garantire la neutralità rispetto a specifici vendor e loro politiche di licenza e prezzo.

Dal punto di vista software, le piattaforme utilizzate per il prototipo di applicazione (che consente la definizione dei parametri ambientali richiesti, il monitoraggio e visualizzazione in tempo reale dei dati ed il controllo remoto dell’impianto) permettono l’integrazione con protocolli e prodotti differenti, garantendo una scalabilità molto elevata del progetto.

Entrambi i sistemi – hardware e software – sono stati installati su un impianto di test sviluppato dall’Azienda in sinergia con un istituto professionale per impiantisti.

Richiedi informazioni